Archivi per la categoria: Serie Tv

Ho già parlato in un altro sito di web series, è un argomento che mi affascina molto, lo ritengo un po’ una sorta di piccolo manifesto pratico dell’anti-fannullonismo! Perché le web series sono la dimostrazione che ci sono tantissimi giovani talenti che potrebbero innalzare di botto la qualità delle cose agghiaccianti  che passano nella nostra tv, e che rimangono agghiaccianti per 2 motivi:

1)la mancanza della meritocrazia che fa lavorare il figlio del notabile di turno al posto di uno bravo sul serio,

e

2) per la solita mancanza di coraggio legata alla conformazione demografica di chi siede avanti alle tv, cioè un paese sempre più anziano che gode di brutto a crogiolarsi nel “squadra che vince non si cambia, la tradizione al potere!”

Ho scoperto grazie al mio amico Bibi una web serie di ragazzi/e romani molto molto bravi, una web serie con la fotografia così bella, mi spiace ma non c’era.. vincono loro! (per ora!) Sono delle puntate veramente brevissime 4 – 5 minuti al massimo, delle vere e proprie pillole, da qui il titolo: “The Pills”. La serie è comica, anche se devo dire che qualche episodio (molto ben fatto tra l’altro) non lo definirei proprio comico, anzi… Giudicate voi:

Giusto per deliziare anche dei palati fini, che non vogliono solo ridere (ci mancherebbe!), vi propongo un Clown! Non ve l’aspettavate eh? E invece si, questo bravissimo Clown Russo è un geniale inventore di spettacoli veramente incredibili… finalmente un clown che non fa solo ridere.. ma scalda anche il cuore..

Una vera Chicca

C’è un brano, un brano bellissimo, forse un pò triste, ma in realtà non è triste.. è blues.
Potrete ascoltarlo ora, ma non fatelo se avete fretta.
Non fatelo se non avete dato alla vostra vita la possibilità di scorrere accorgendosi delle cose belle che ci sono intorno a voi.

Ho scoperto questo brano vedendo una puntata di una serie tv, una delle mie serie tv preferite. Una serie che conta 7 stagioni, che ha come protagonista Martin Sheen. Una serie scritta da un genio: il premio oscar 2011 per la migliore sceneggiatura non originale con “The Social Network”, Aaron Sorkin.

La serie di cui parlo è “The West Wing” e l’ho scoperta il primo giorno della scuola nazionale di formazione dei Giovani Democratici, a Bologna, nel terribile inverno del dicembre 2009.

Certe volte le cose prendono un percorso strano, ma credo che se non fossi stato appassionato di politica, non avrei mai scoperto e ascoltato il fantastico brano di Blind Willie Johnson, un brano che ha appena lasciato il sistema solare…